Truffe online nel Trevigiano, comprano un furgone e un divano ma non ricevono niente e perdono i soldi. Poi spunta anche un finto operatore di banca

Martedì 12 Marzo 2024 di Redazione web
Truffe online nel Trevigiano, comprano un furgone e un divano ma non ricevono niente e perdono i soldi. Poi spunta anche un finto operatore di banca

TREVISO - Fioccano le truffe online nel Trevigiano, beccati tre truffatori. 

I Carabinieri di Riese Pio X, hanno individuato un presunto truffatore identificando un 51enne pesarese che trattando online la vendita di un furgone ad un artigiano di Altivole, era riuscito con raggiri a farsi accreditare su carta prepagata, quale acconto, due versamenti per complessivi 1.800 euro, rendendosi poi irreperibile all’acquirente.

La "vendita" online di un divano

Ad Asolo invece, i militari dell’Arma hanno denunciato una 46enne trevigiana che, trattando online l'acquisto di un divano con un 43enne da Castelcucco, si faceva accreditare due bonifici da 500 euro senza corrispondere la merce e rendendosi irreperibile.

La truffa del finto operatore di banca

I Carabinieri di Montebelluna, a conclusione di indagini scaturite dalla denuncia presentata da una 44enne del posto, hanno deferito in stato di libertà per truffa un 51enne del casertano. L’indagato, simulando la qualifica di operatore bancario, aveva contattato telefonicamente la denunciante informandola c’erano stati dei tentativi di accesso fraudolenti al suo conto da parte di ignoti, quindi, traendola in inganno, la induceva ad accreditargli la somma complessiva di mille euro.

Ultimo aggiornamento: 13 Marzo, 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci